LA PROTEINA PIÙ IMPORTANTE PER IL NOSTRO ORGANISMO

Il collagene è la proteina più abbondante nel nostro organismo.
Si presenta sotto tante forme differenti e rappresenta l’80% dei tessuti connettivi ed il 30% delle proteine nel nostro corpo.
Il collagene è prodotto in modo naturale dal nostro organismo, è essenziale per il suo corretto funzionamento e per la riparazione e crescita dei tessuti.

LA CARENZA DI COLLAGENE

Diversi fattori possono ridurre la produzione di collagene nell’organismo, tra cui:

  • gravidanza
  • avanzamento dell’età
  • lavori usuranti
  • stress
  • intenso allenamento fisico
  • tabagismo
  • consumo importante e regolare di alcolici
  • caffè
  • infezioni
  • inquinamento
  • avverse condizioni climatiche
  • assunzione di alcuni farmaci

Le conseguenze sono la caduta dei capelli, l’invecchiamento precoce della pelle, la fragilità delle unghie, l’indebolimento dell’apparato osteoarticolare.

IL COLLAGENE NELL’ORGANISMO

In tutto l’organismo la composizione di base del collagene è sempre la stessa, ma, a seconda dell’apparato o dell’organo in cui si trova, può cambiare l’organizzazione tridimensionale della molecola.
Questo lo porta ad avere diverse conformazioni e caratteristiche:

  • elastico nella cute,
  • duro e consistente nelle unghie,
  • filamentoso e flessibile nelle fibrille dell’osso…

Solo in seguito all’assorbimento, gli elementi base del collagene saranno assemblati nuovamente all’interno dell’organismo secondo l’organo o apparato cui verranno assegnati.

NELLE OSSA

L’osso è composto per il 70% da una componente minerale e al 30% da una matrice organica di cui il 90% composta da collagene.
L’alternanza di fasi di rigenerazione e decadimento porta al rinnovamento del 10% della massa ossea in un anno.
Con l’avanzamento dell’età e in presenza di stati patologici, questo equilibrio tende però ad alterarsi, facendo prevalere la fase di degradazione e provocando diversi problemi: fragilità, dolore e riduzione della densità ossea.
Il collagene aiuta la salute ossea stimolandone la rigenerazione, mantenendone la densità minerale e migliorandone la solidità e la forza.

NEI TENDINI E LEGAMENTI

Il deterioramento delle fibre di collagene comporta modifiche nelle funzioni dei tendini e dei legamenti rendendoli meno elastici (i tendini) o meno stabili (i legamenti) e, in generale, più fragili.

Reintegrare il collagene serve quindi per mantenerli forti e in grado di svolgere al meglio le loro funzioni di supporto.

NELLE CARTILAGINI E NELLE ARTICOLAZIONI

La cartilagine articolare è costituita da cellule dette condrociti disperse in una abbondante sostanza amorfa intercellulare, formata prevalentemente da fibre di collagene: l’avanzare dell’età, sforzi eccessivi o traumi, possono portare al deterioramento o alla rottura delle articolazioni.

Reintegrare il collagene serve a favorire la crescita e il rinnovamento cellulare delle cartilagini articolari.

NEI CAPELLI E NELLE UNGHIE

Il collagene è una proteina fibrosa e al pari della cheratina è indispensabile per il benessere dei capelli e delle unghie.

Il collagene favorisce l’aumento del diametro dei capelli, rendendoli visibilmente più spessi, sani e idratati e determina la salute delle unghie.

NELLA PELLE E NEL VISO

Il collagene è la principale proteina della pelle.

Con l’avanzare dell’età o a seguito di stress di vario genere, le cellule della pelle diventano meno attive e la cute diventa meno elastica diventando più sottile, disidratata e/o con rughe o segni profondi.

Il collagene aiuta a favorire l’idratazione, a mantenere l’elasticità e la tonicità della pelle.

NELLE SECREZIONI

Il collagene si trova anche nella composizione delle lacrime, nelle secrezioni cutanee e nelle mucose (come per esempio nello stomaco o nel naso).

È utilizzato per il funzionamento efficiente del sistema digerente e per ripristinare le condizioni di irritazione delle mucose in genere.

PERCHÉ E COME RIPRISTINARE IL COLLAGENE?

Il collagene deve essere reintegrato quotidianamente perché è soggetto ad una perdita o usura continua.
L’integrazione giornaliera dovrebbe ammontare a circa 1 grammo ogni 10kg di massa corporea.
La perdita di collagene viene in parte recuperata dall’organismo riciclando gli aminoacidi (via endogena) e in parte attraverso l’alimentazione (via esogena). Purtroppo entrambe queste vie non aiutano a soddisfarne il fabbisogno giornaliero: la prima a ragion del fatto che il collagene è una proteina unica in natura e quindi la sua composizione aminoacidica non può essere ricavata da altre macromolecole biologiche; la seconda poiché il collagene alimentare è scarsamente assorbibile da parte del nostro organismo.

Il collagene può essere anche applicato e quindi assorbito per via topica sotto forma di gel ed altre preparazioni (spray, lacche, ecc.).

Il collagene in campo alimentare e medico può essere di origine bovina o di origina ittica, caratterizzato da permeabilità al sudore e ottima spalmabilità (per questo motivo è perfetto per l’utilizzo topico). La sua denominazione commerciale è quella di gelatina.

COLLAGENE IDROLIZZATO O PARZIALMENTE IDROLIZZATO

Il collagene farmaceutico deve necessariamente essere idrolizzato o parzialmente idrolizzato, ovvero sottoposto a un processo chimico-biologico in ambiente acido o alcalino che ne consente una riduzione in frammenti peptidici di minor peso molecolare.
In questo modo viene aumentata la biodisponibilità della proteina, ossia il grado di assorbimento a livello gastrointestinale (per le somministrazioni orali) e transcutaneo (per gli usi topici).

EFFETTI COLLATERALI DEL COLLAGENE

Non sono noti effetti collaterali all’uso di collagene, tuttavia è sconsigliato, o va assunto sotto stretto controllo medico, nel caso di malattie che impongono una drastica riduzione dell’apporto proteico.

I PRODOTTI COLLAGEN FOR LIFE

Ogni prodotto è differente per composizione e indicazioni, ma il principio di azione è comune: fornire all’organismo le sostanze che gli permettano di mettere in azione le proprie risorse interne e ripristinare il proprio equilibrio e benessere.